DimostrAZIONE, incontro finale del laboratorio “Comunico”

Per la conclusione dei moduli di Teatro e Musicoterapia proposti dalla Fondazione si svolgeranno due momenti di significativo impatto sociale e umano:
Sabato 30 giugno alle ore 18,30 presso l’Auditorium-Teatro del Roseto, in collaborazione con la compagnia teatrale CLAN H, da sempre impegnata con laboratori sulla formazione teatrale e non, ci sarà l’incontro finale del laboratorio “Comunico”, diretto dal Maestro Salvatore Mazza, allo scopo di mostrare l’efficacia delle tecniche di teatro mediante esercizi che – pur difficili, talvolta complessi, e però piacevoli – incidono favorevolmente sull’autostima di queste persone, migliorandone il benessere psico-fisico e l’adattabilità ai vari contesti. Con il laboratorio “Comunico” si è cercato di abbattere le barriere, innalzare l’animo, ri-vivere in “tanti” e in “uno”, accettarsi, creare e condividire.
Venerdì 6 luglio alle ore 18,30, sempre presso l’Auditorium-Teatro del Roseto, ci sarà lezione aperta di “Musicoterapia”, incontro finale dell’omonimo laboratorio diretto dal dr. Carmine Cirino – musicoterapeuta, per evidenziare una modalità terapeutica di comunicazione con positive ricadute, tra l’altro, sulla coordinazione motoria, sulla capacità di aggregazione, sulla sfera psichica e cognitiva. Attualmente, presso la sede operativa situata al Roseto, si svolgono alcune attività complementari, allo scopo di alleggerire il peso della malattia e trarre alcuni tangibili benefici che ricadono sulla sfera psico-fisica, con conseguente sensazione di benessere: comunicazione attraverso tecniche di teatro, musicoterapia, ginnastica, canto e vocalità.
La Fondazione Antonietta Cirino Onlus – Progetto Parkinson Avellino è stata fortemente voluta dal cav. Carmine Iannaccone e da sua figlia Rosmaria per onorare e perpetrare la memoria della moglie e mamma, cui la stessa si intitola.
E’ stata regolarmente costituita per atto notarile (dott.ssa C. De Vitto) in data 03/09/2012, è iscritta all’anagrafe delle Onlus dell’Agenzia delle Entrate (provvedimento del 27/12/2012) e al n.304 del Registro delle Persone Giuridiche della Regione Campania (Decreto n° 26 del 05/03/2013); fa parte del volontariato riconosciuto dalla Caritas Diocesana; si sostiene grazie all’entusiasmo di alcuni Volontari che donano la loro professionalità e alle offerte di pochi Amici (non riceviamo aiuti dallo Stato né da altre Istituzioni).
Si propone vari obiettivi, tra cui: offrire supporto psicologico a persone affette da Malattia di Parkinson e ai loro familiari, promuovere campagne di sensibilizzazione per la conoscenza della malattia, promuovere iniziative atte a sensibilizzare la collettività sui problemi medici e umani delle persone affette da questa malattia e a sollecitare la partecipazione solidale alle loro necessità morali e materiali, nonché a quelle dei loro familiari.

Autore dell'articolo:

Admin